Stefano Bisi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, terrà, il prossimo 4 novembre, nella sala congressi dell’Ariha Hotel, a Rende (Cs), un workshop gratuito organizzato dal “Giornalisti d’Azione”, su “Massoneria: conoscerla per saperla comunicare”. “L’incontro – dice il Tesoriere del movimento calabrese di giornalisti, Sergio Tursi Prato – è rivolto a tutti coloro che si occupano di comunicazione, e ai colleghi delle testate giornalistiche in particolare, e rientra negli obiettivi statutari della nostra associazione. Troppo spesso – continua Sergio Tursi Prato – si fa riferimento alla Massoneria in maniera errata, attribuendole un’accezione negativa. Abbiamo pensato che il seminario potrà rivelarsi utile per riportare la comunicazione sui binari della corretta informazione”. Per Bisi, che è giornalista, “sono troppi i pregiudizi che si nutrono verso la Massoneria. Primo fra tutti che i massoni operino per fare chissà quali imbrogli materiali, anziché lavorare per la crescita spirituale dell’uomo, come invece fanno in realtà. Appena c’è un gruppo di persone che combina qualche azione illegale, si pensa alla Massoneria. Senza parlare – continua il Gran Maestro del Goi che conta il maggior numero di iscritti in Italia – dell’errore più comune che commettono i giornalisti, quello di confondere le diverse obbedienze”.