C’è un uso smodato e abusato delle conferenze stampa. Associazioni, enti locali, istituzioni, Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza e tanti altri ancora fanno a gara a chi ne indice di più e prima. Ma quanti incontri con la Stampa effettivamente sono necessari? Siamo sicuri che nella stragrande maggioranza dei casi non basterebbe un semplice ed esaustivo comunicato stampa? Noi GdA abbiamo l’impressione che anche questo uso (secondo noi) strumentale della Stampa abbia, alla lunga, concorso a minare la dignità di questa professione. Nel programma di GdA per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine calabrese dei giornalisti c’è anche un punto dedicato alle linee guida, ovviamente non vincolanti, da suggerire, sempre nel massimo rispetto della libertà professionale, ai colleghi, in modo da mantenere alta, ove mai non fosse così oggi, la qualità dell’informazione. Le notizie non sono tutte uguali. Le conferenze stampa necessarie veramente all’informazione si possono contare sulle dita di una mano. Basta passerelle di volti dietro ad un tavolo. Basta essere “strumento” di voleri altrui.