C’è un’emittente radiofonica il cui palinsesto è deciso totalmente dai radioascoltatori. Basta avere un telefono a toni, comporre il numero della radio, seguire la istruzione della voce telematica, inserire il codice del brano ed il gioco è fatto. Addirittura viene indicata anche l’ora esatta in cui il brano andrà in onda. L’emittente è Radio Juke Box, e fa parte del gruppo ADN Italia, dell’editore calabrese Annibale Notaris. Una formula che ha fatto registrare numeri d’ascolto piuttosto alti, e non solo in Calabria. Radio Juke Box è una realtà nata nella nostra regione ma che ha già oltrepassato da tempo i confini regionali ed ha conquistato buona parte della Penisola. La notizia ultima è che, ora, Radio Juke Box invade anche l’etere lombardo. Dopo la firma dell’accordo per l’acquisizione della società editrice cui fa capo il reticolo di impianti a 98,2 MHz in Lombardia (Milano, Monza Brianza, Lecco, Como, Bergamo, Pavia, Lodi, Novara, Verbania), la prima radio telematica italiana sbarca, quindi, a Milano. Radio Juke Box era già presente (anche in questo caso da anni) nell’area di Lecco e Sondrio in partnership con Radio Tv

notaris

L’ editore Annibale Notaris, alla guida del più grande gruppo editoriale calabrese, ADN Italia

 

Superlecco e l’obiettivo è di procedere ad un ulteriore consolidamento in tempi brevi in aree rafforzabili o a completamento della copertura. La frequenza 98,2 MHz è diretta discendente di Radio Mediolanum, una delle prime stazioni milanesi (1976) acquisita a margine della L. 223/1990 dal gruppo Gamma Radio di Monti-Riffeser. (E.G. per NL). “Il mio sogno – dice Notaris –  è sempre stato quello di girare in auto a Milano ascoltando la mia radio in FM. Oggi, finalmente, l’ho realizzato e mi considero soddisfatto”.